Share with your friends










Inviare

Ancora due giorni ed Eurobike 2018, la fiera ciclo più importante d’Europa, aprirà le porte ai suoi visitatori: a ospitare i numerosissimi espositori sarà come al solito il polo fieristico di Friedrichshafen, da domenica 8 luglio a martedì 10 luglio 2018.

La redazione di BiciLive.it sarà presente all’evento e vi terrà informati sia con articoli di approfondimento su queste pagine che attraverso la consueta attività sui social media.

Dando uno sguardo alle principali novità presentate da Eurobike 2018 e abbracciando anche la scena ciclo-fieristica nazionale, possiamo già anticiparvi un dato certo: il 2018 è l’anno più importante per le fiere della bicicletta da parecchio tempo a questa parte, ed è un anno di cambiamenti importanti.

Eurobike 2018 cambia tutto

Eurobike 2018 applica Darwin alle fiere ciclo, si adatta, cambia ed evolve per non scomparire.

Crisi e mutazione delle fiere ciclo

Il modello di fiera che ha dominato per decenni è ormai in crisi da qualche anno e il 2018 sancisce questo stato punendo alcune fiere e premiandone altre, come per esempio Eurobike 2018 che, ben prima di cominciare, può già vantare cifre da record.

Chi saprà cogliere i venti del cambiamento non avrà problemi a rinnovare la formula del suo evento, e la serie di segnali che occorre tenere ben in conto è lunga e in continuo aumento.

Da un lato notiamo la crescita di un modello fieristico molto più agile e flessibile e quasi completamente rivolto all’utente finale, dall’altro lato il trionfo di Eurobike 2018 rende evidente che c’è anche molto spazio di manovra per la fiera pensata per il B2B.

Il primo di questi due modelli è un ibrido che ricorda molto i festival e gli happening, può essere itinerante e trova nelle intense batterie di demo, test e prove di molti modelli di biciclette la sua arma vincente.

Il secondo, rappresentato appunto da Eurobike 2018, punta molto sull’attenzione e servizi nei confronti degli espositori, sul coinvolgimento degli operatori del settore, su una spiccata tendenza all’innovazione tecnologica e una grande attenzione ai trend del futuro e alla Rete, in una accelerazione futuristica che avremo modo di vedere all’opera fra pochi giorni in Germania.

Stefan Reisinger, responsabile del settore Eurobike 2018, ben riassume gli intenti di questo nuovo modello: “L’industria globale della bicicletta e della mobilità elettrica ha bisogno di questo appuntamento annuale come vetrina, ispirazione ed emozionante esperienza per tutti i protagonisti del settore. I nostri partner commerciali sono i futuri vincitori dei mega-trend bicicletta e mobilità elettrica. Ciò non accade rispondendo semplicemente al mercato, ma solo intervenendovi attivamente, con creatività, inventiva e passione. Eurobike è un marchio dinamico che continuerà a svilupparsi anche in futuro.”

In quel “dinamico” risiede la chiave interpretativa: i cambiamenti sono sempre più intensi e rapidi, occorre adattarsi ed evolvere.

Eurobike 2018 elenco espositori

A Eurobike 2018 saranno presenti oltre 1.300 espositori con i loro stand pieni di novità ciclo per il 2019.

Eurobike 2018: un trionfo annunciato?

Come detto, i numeri sono già a favore della svolta di Eurobike 2018 ancora prima di far entrare una singola persona a Friedrichshafen: espositori in aumento, con un totale che tocca quota 1.350, una cifra che ci rende impossibile elencarveli tutti in questo articolo.

Arrivare a una simile cifra vuol dire essere stati in grado di convincere larga parte dei player di vecchio tipo, quali i produttori di biciclette e accessori per due ruote o per ciclisti, ma anche tutti gli imprenditori emergenti e le nuove realtà, che ruotano ovviamente attorno al perno della mobilità elettrica ma nel frattempo si sono evolute in molte direzioni, formando una famiglia allargata ad alto tasso tecnologico.

Tanti anche i visitatori che dovrebbero varcare i cancelli della fiera, si parla di circa 40.000 unità che, essendo Eurobike 2018 strettamente rivolta agli operatori del settore, è un gran numero e parla di reciproco interesse e attenzione: chi mastica manubri, ruote e selle sa che nel frattempo questi si sono elettrificati e puntano al futuro, lasciando un po’ indietro la retorica dei pedali e del sudore o quella dell’artigianato vecchio stampo.

Capire il trasformamento in atto significa anche capire che l’artigianato del futuro è rappresentato dalle start up o dalla piccola azienda che sa raccogliere i fondi su Kickstarter e muoversi completamente a suo agio sui social media.

Un altro numero impressionante è in sostanza un non-numero, perché dovremmo metterci a spulciare il programma con cura per fornirvi una cifra esatta. Questo non-numero è rappresentato da tutti gli incontri, tavole rotonde, conferenze, seminari e workshops che Eurobike 2018 è riuscita a concentrare in soli tre giorni. Impossibile seguire tutto, sono tantissimi, affrontano ogni possibile tematica inerente le due ruote e sono la più accurata radiografia della vitalità di questa fiera.

L’altro importante numero, l’ultimo che vi citiamo, è invece semplice e univoco: 2019. Eurobike 2018 non ha ancora aperto i battenti e l’organizzazione ha già deciso le date della prossima edizione: il segno è sempre quello dell’accelerazione e della mobilità.

Eurobike 2019 si terrà quindi sempre sul Lago di Costanza da mercoledì 31 luglio a sabato 3 agosto, in una quattro giorni dalla natura composita, B2B2C, con i primi tre giorni riservati agli operatori specializzati e il quarto giorno che aprirà le porte al grande pubblico.

Fino a questo punto hanno parlato le cifre, cerchiamo ora di approfondire e compiere un giro virtuale fra i vari padiglioni e le tante anime di Eurobike 2018.

E-mobility a Eurobike 2018

Brose è uno dei tantissimi brand di livello mondiale presenti nell’area e-mobility: la mobilità elettrica è il cuore della fiera.

Eurobike 2018: Padiglione e-mobility e Cargo Area

Abbiamo già ribadito l’assoluta centralità della mobilità elettrica in questa edizione, centralità che trova sfogo in un intero padiglione, il Rothaus/A1. A sfilare ci sarà Miss e-bike, in tutte le sue forme, e anche solo un’occhiata distratta all’elenco dei brand presenti convincerà chiunque dell’importanza di questo padiglione.

MZ Drive Systems, Brose, ContiTech, Marquardt, Matra, Oechsler, Schaeffler, Bafang, BESV, BionX, Diavelo, Fazua e MyStromer sono solo alcuni dei nomi presenti, ai quali occorre aggiungere il fornitore di sistemi Sachs Micro Mobility, che proprio in questa occasione presenterà alcune delle sue soluzioni riguardanti il segmento della bicicletta elettrica a pedalata assistita.

Occhi puntati anche all’area interna al padiglione dedicata al fenomeno cargo bike (elettriche e non). Purtroppo qui in Italia rimane un mezzo ancora (quasi) tutto da scoprire e impiegare, ma in futuro potrebbe riservarci le sorprese più grandi dell’intero settore.

Secondo uno studio di Cyclelogistics, infatti, “oltre la metà di tutti i trasporti privati e commerciali urbani potrebbe essere sostituita da biciclette da carico con trazione elettrica”.

Cargo bike a Eurobike 2018

Eurobike 2018 offre grande e meritato spazio alle cargo bike, uno snodo molto importante nel futuro dei trasporti.

Eurobike Award 2018

Gli Eurobike Award sono un altro importante fronte di innovazione presentato dalla fiera tedesca. Per questa edizione ci sono state ben 366 candidature, fra le quali i giudici hanno selezionato 40 prodotti che si contenderanno i premi finali e che comunque ottengo già un elevato grado di pubblicità. A dodici di questi sarà attribuito il riconoscimento in oro e altri due riceveranno il Green Award.

In aggiunta ai riconoscimenti ci sarà anche la permanenza nella Award Gallery online, della durata di un anno.
Quasi superfluo aggiungere il fatto che poter esibire il marchio degli Eurobike Award ha permesso nel tempo un maggiore potenziale commerciale ai prodotti premiati.

Startup Academy e Startup Pitch

Abbiamo accennato in precedenza all’importanza delle start up nell’attuale scena a due ruote, elettriche o meno che esse siano, ed Eurobike 2018 riserva una adeguata esposizione a queste aziende giovani e innovative, molto spesso dotate di una visione radicale in grado di cambiare il campo.

Nel 2017 la fiera ha introdotto la categoria apposita per premiare le start up agli Eurobike Award, e in questa edizione si terrà un Pitch speciale il giorno prima dell’inizio, sabato 7 luglio, in occasione del quale i finalisti nella categoria potranno presentare il loro progetto a operatori del settore e giuria, prima che venga dichiarato il vincitore.

E nel primo giorno di fiera altra occasione di crescita e sviluppo per questi giovani imprenditori che, nella Startup Academy, potranno confrontarsi con chi li ha preceduti, e attraverso varie lezioni e storie, sia di successo che di fallimento, apprendere informazioni utili sulle strade da seguire e gli errori da evitare. In aggiunta, vari workshop e seminari forniranno notizie preziose e sulle possibilità di networking, sui finanziamenti e vari aspetti del mercato.

start up a Eurobike 2018

Il futuro è di casa a Eurobike 2018 e con lui arrivano le start up del settore ciclo, portatrici sane di innovazione.

Eurobike 2018: gli espositori

Vi abbiamo anticipato che, paradossalmente, il numero degli espositori è troppo alto per poterveli presentare in questo articolo, fosse anche nella forma di un semplice elenco di nomi.

Oltre 1.300 i brand che vi aspettano nei vari padiglioni per una delle panoramiche più complete ed esaustive di tutto quel che è stato prodotto recentemente nel mondo a due ruote.

La potenza di questi numeri trasforma Eurobike 2018 anche nel campo da gioco privilegiato per la stampa specializzata: qualunque giornalista che abbia davvero l’intenzione di capire cosa sta accadendo nel mondo della bicicletta dovrà scendere dalla sella e, per tre giorni, camminare e aggirarsi fra i vari stand, curiosando quanto più possibile.

Per i completisti, ecco comunque il link all’elenco completo espositori Eurobike 2018.

Eurobike 2018 connessione fra operatori

Eurobike 2018 non si limita a offrire spazio agli espositori, ma mette in connessione tutti i player del settore ciclo.

Travel Talk: tutto sul cicloturismo

Bicicletta e turismo sono da sempre fedeli compagni di viaggio, ma l’arrivo dell’ebike ha completamente stravolto il settore per il meglio, fornendo un enorme impulso a molti settori collegati fra loro, dai bike hotel ai tour operatori, dai noleggi ai bike park, senza dimenticare l’enogastronomia, altra grande amica di chi ama pedalare e rifornirsi poi delle calorie bruciate fra piatti tipici e vini locali.

A rispecchiare la grande vitalità del cicloturismo, ecco la diciassettesima edizione di Eurobike Travel Talk, che si svolge il secondo giorno della manifestazione nel Foyer Ost della Fiera Friedrichshafen. Vi attendono più di 30 conferenze su ogni aspetto di questa tematica, compresi anche i campi che a seconda degli esperti hanno il maggiore potenziale ancora nascosto, tutto da sviluppare.

Travel Talk a Eurobike 2018

A Eurobike 2018 non poteva certo mancare il cicloturismo: Travel Talk offre più di 30 conferenze al riguardo.

Eurobike 2018 Demo Area

Anche se sarà assente il pubblico generale degli utenti finali, alla fiera non mancherà comunque una imponente Area Demo, dotata di varie piste sulle quali gli operatori del settore, previa registrazione sul sito ufficiale, potranno testare una vasta gamma dei modelli di biciclette 2019 presentati per l’occasione.

La prova su pista è il momento fondamentale per la valutazione della due ruote ed è indispensabile per arrivare alla stesura degli articoli più approfonditi, con la valutazione di tutti gli aspetti positivi e negativi delle mountain bike, bici da corsa, urban bike, pedelec, cargo bike e tutti gli altri modelli 2019 a disposizione.

Eurobike 2018 Demo Area

La Demo Area di Eurobike 2018, provvista di molte piste diversificate, permetterà di testare i modelli 2019.

Bicilive a Eurobike 2018

Per quanto lungo e articolato, questo post non esaurisce nemmeno la punta dell’iceberg Eurobike 2018. Ecco quindi che alcuni nostri redattori saranno presenti in terra tedesca per approfondire quanto più possibile ogni aspetto della fiera e visitare il maggiore numero di stand.

Ne conseguiranno una serie di articoli approfonditi che pubblicheremo durante e nei giorni successivi all’evento, ma chi ci segue potrà in sostanza visitare Eurobike 2018 senza muoversi da casa, in un tour virtuale della fiera costituito da una intensa attività sui social media durante i tre giorni della manifestazione.

Fotografie di tutto quel che ci colpisce, ma anche opinioni, valutazioni, curiosità e qualche filmat: per parecchie ore al giorno potrete aggirarvi fra i padiglioni di Eurobike 2018 direttamente dal vostro computer.

Vi ricordiamo quindi i link ai nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

Segnalandovi il link al sito ufficiale dell’evento, vi diamo appuntamento da domenica 8 luglio a martedì 10 luglio a Friedrichshafen per Eurobike 2018: il futuro della bicicletta è qui e ora.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.