Share with your friends










Inviare

Giant ha messo sul mercato da qualche tempo Neos Track, la sua proposta nel settore ciclocomputer GPS, realizzata in collaborazione con Bryton.

L’azienda taiwanese, alla continua ricerca dell’espansione della sua produzione di accessori per bicicletta e per ciclista, sceglie quindi di entrare in un campo già molto affollato e competitivo, basti pensare alle varie offerte di Wahoo o Garmin.

E per riuscire a competere, Giant decide di puntare su un grande numero di dati disponibili, una durata della batteria superiore alla media, semplicità d’uso e prezzo altamente competitivo.

Anche solo a una breve occhiata Neos Track restituisce un feeling di ciclocomputer gps di vecchio stampo, in un settore nel quale sembra sempre che l’innovazione debba avvenire a ogni costo e nel quale sei mesi, un anno al massimo bastano a rendere un prodotto obsoleto rispetto alle nuove proposte.

Neos Track Giant

Autonomia della batteria quasi doppia rispetto alla media, prezzo competitivo: Neos Track è il ciclocomputer GPS di Giant.

Ma non c’è nulla di obsoleto in Giant Neos Track e, al contrario, sembra un accessorio progettato per resistere più a lungo di molti altri.

Dimentichiamo quindi schermi a colori e funzioni tanto spettacolari quanto poco utili e andiamo a elencare le principali caratteristiche del neonato elettronico di casa Giant:

  • Schermo anti riflesso da 2,6″
  • Protezione impermeabile IPX7
  • Tecnologia ANT+ e Bluetooth
  • Ricevitore GPS
  • Batteria a lunga autonomia (fino a 33 ore)
  • Inserimento tracce GPX
  • Elevata compatibilità con programmi e accessori: Strava, Di2, FSA KForce, E-Tap, e misuratori di potenza o fasce cardio
Schermo LCD Neos Track

Una delle caratteristiche di maggior pregio di Neos Track è l’ampio schermo LCD antiriflesso, sfruttato in tutta la sua dimensione.

Oltre ai consueti dati sulle attività (distanza percorsa, velocità, calorie, cadenza media e altro a seconda dei sensori) abbiamo la possibilità, tramite la funzione Follow Track, di poter seguire mossa dopo mossa le istruzioni necessarie per percorrere il tracciato prescelto e programmato, mentre la funzione Group Ride consente di pianificare un allenamento o corsa di gruppo attraverso l’app dedicata.

Il display LCD anti riflesso è sfruttato in tutta la sua dimensione e avrete a disposizione sei pagine differenti di dati, ognuna delle quali è personalizzabile riempiendo fino a dieci campi.

L’app dedicata non è provvista della moltitudine di funzioni di vari altri prodotti simili, e il supporto frontale, secondo molti test sul campo, trasmette qualche vibrazione di troppo.

Rimane comunque l’impressione di trovarsi di fronte a un ciclocomputer solido, che può rappresentare una valida alternativa nel campo, la cui batteria dura circa il doppio di molte altre, e che costa più o meno un quarto di molti modelli presenti sul mercato: 159,95 euro.

Per maggiori informazioni, trovare il distributore più vicino a voi ed effettuare eventuali ordini online potete visitare il sito ufficiale Giant.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.