Share with your friends










Inviare

L’azienda siciliana Cicli Lombardo S.p.A., nata a Buseto Palizzolo, un piccolo paese di tremila anime alle porte di Trapani in Sicilia, è diventata la terza azienda del settore ciclo in Italia e ora punta a essere la prima.

Questo importante traguardo è stato riconosciuto pubblicamente lo scorso novembre con la premiazione nella Sala della Lupa in Palazzo Montecitorio a Roma, che ha visto Cicli Lombardo essere insignita del premio 100 Eccellenze Italiane.

Si tratta di un premio che spazia nei vari settori tra moda, enogastronomia, manifattura delle realtà aziendali e industriali del nostro Paese e che vede eccellere nel settore ciclo proprio l’azienda siciliana.

Emilio Lombardo premiato a Montecitorio

Emilio Lombardo (a destra nella foto) durante la cerimonia di premiazione a Montecitorio.

Cicli Lombardo, un po’ di storia

Cicli Lombardo nasce dal sogno di un bambino, Gaspare Lombardo, che negli anni quaranta nel laboratorio di fabbro del padre inizia a immaginare di costruire biciclette.

La sua determinazione è tale da trasformare quel sogno in una realtà concreta e di successo. I figli sono parte attiva dell’azienda: Emilio è l’amministratore delegato della società che gestisce insieme ai fratelli Giuseppe e Franco.

Agli esordi producevano in un piccolo laboratorio di trenta metri quadrati cento bici l’anno, nel 2018 ne producono cinquecento al giorno e la Lombardo Bici è la terza azienda italiana del settore ciclo, la prima sotto Bologna.

Oggi il laboratorio è un capannone di venticinque mila metri quadri in fase di ampliamento e nel 2007 sono state aperte filiali in Germania perché ben il 43 percento della produzione è destinata al mercato estero. Sono ventisei i Paesi in cui è presente il marchio Cicli Lombardo, Australia compresa.

La famiglia Lombardo in sella alle proprie biciclette

Gaspare Lombardo coi figli in sella alle loro mtb e bici elettriche Lombardo.

Cicli Lombardo, etica e attenzione al futuro

Nella sede italiana lavorano più di settanta dipendenti, tutti sotto i trent’anni, provenienti da ogni angolo della Sicilia e la metà sono donne.

Inoltre in azienda è presente sia un asilo nido sia una palestra a disposizione delle necessità dei lavoratori.

La Lombardo fa sua un’etica positiva del lavoro e interpreta il costruire bici non solo come il realizzare un mezzo di trasporto e produrre profitto, ma il creare un sistema di azienda etico che rispetti le persone e mandi un messaggio positivo.

Lo stabilimento Lombardo Cicli in Sicilia

La sede di Cicli Lombardo a Buseto Palizzolo vicino a Trapani.

Attualmente l’azienda è ancora in espansione e costantemente attenta alle evoluzioni del mercato, tanto da aver anticipato la rivoluzione portata dalle e-bike instaurando una collaborazione tempestiva con la potenza tedesca Bosch per lo sviluppo delle bici elettriche.

Il suo catalogo conta un’offerta considerevole di e-bike di ogni tipo. L’elettrico è presente sia per le bici da corsa, da trekking, mountain bike e city bike. Nessuna gamma è scoperta e molte bici sono dotate di batteria integrata nel telaio.

Il 2019 prevede un ulteriore investimento ovvero l’apertura di un nuovo stabilimento di diecimila metri quadri a Buseto Palizzolo per avviare una linea di produzione di bici interamente realizzate in Sicilia. L’obiettivo è quello di fare della Lombardo la prima azienda produttrice di biciclette in Italia.

Per scoprire di più su Cicli Lombardo e vedere il catalogo bici vi rimandiamo al sito ufficiale dell’azienda.

A proposito dell'autore

Da piccolina chiese a Gesù bambino una bici da cross tutta d’oro e ne arrivò una bellissima color senape con cui fare salti e conquistare i sentieri del Parco di Monza. Più grande prendeva in prestito la Crippa dello zio, una delle prime super leggere in alluminio, per conquistare il Ghisallo. Oggi è giornalista, grafico editoriale e continua a scorazzare per le strade e i sentieri della Brianza e a raccontare la sua passione per le due ruote. Il suo motto: Le gambe girano!