Share with your friends










Inviare

Alle volte sembra che il progresso avanzi più velocemente delle nostre stesse capacità di stargli dietro e adattarci: gli occhiali AR Everysight Raptor sono uno dei migliori esempi di questa tendenza.

Molti fra noi sono ancora più o meno impegnati ad abituarsi alle straordinarie capacità dei moderni ciclocomputer, che continuano a evolversi di mese in mese, ed ecco che sul mercato sono già presenti degli stupendi occhiali a realtà aumentata pensati per il ciclismo, gli Everysight Raptor.

Volendo riassumere in pochissime parole quel che fanno: forniscono al ciclista in escursione gli stessi dati della media degli smart watch o dei ciclocomputer, ma sovraimpressi sulle lenti degli occhiali e, tanto per facilitare ancora di più l’esperienza, si attivano vocalmente.

Everysight Raptor

Con gli occhiali AR Everysight Raptor ogni ciclista diventa un po’ bionico.

Tradotto in esperienza reale: potrete infilarvi un paio di occhiali e ordinare loro di sovraimprimere sulla vostra visione sia i dati biometrici che quelli di navigazione.

Potrete quindi tenere sempre sotto controllo sul visore semitrasparente velocità, distanza percorsa, frequenza cardiaca, potenza e cadenza e tanti altri dati di questo tipo.

Allo stesso modo, grazie alla tecnologia GPS/glonass, riuscirete ad avere indicazioni sui percorsi che state seguendo e, in aggiunta, eventuali messaggi ricevuti.

Sembra un qualcosa più adatto ai videogiochi che ad altro, perlomeno al momento, e invece l’esperienza, secondo i molti ciclisti che hanno testato il prodotto, è molto meno distraente di quel che si possa pensare.

Everysight Raptor occhiali AR

Un esempio dell’insieme di dati visibili a chi indossa Everysight Raptor.

I dati appaiono in zone periferiche del campo e quindi non coprono alcun elemento importante della strada e, una volta che ci si abitua, diventa molto più facile visualizzare quel che serve in questo modo, senza più dover guardare un display.

La semplicità e immediatezza d’uso sono ulteriormente amplificate, oltre che dai comandi vocali, da una serie di sensori tattili presenti sulle aste, così potrete modificare valori quali la luminosità o il volume.

Everysight Raptor è prodotto, altro valore aggiunto, da Elbit Systems, una azienda che non è certo l’ultima arrivata nel campo e che vanta una quindicina di anni d’esperienza nella produzione di questo tipo di display nei campi più svariati, dall’automobilistico all’aeronautica.

Questi occhiali impiegano tecnologia ANT+, Bluetooth e Wi-Fi, hanno una app dedicata sia per iOS che per Android e sfruttano un processore Qualcomm Snapdragon.

Non vi basta ancora? Aggiungiamo anche la presenza di una microcamera ad alta definizione per riprendere le vostre imprese migliori e più avventurose.

Raptor microcamera

Nel modello color azzurro è ben visibile la microcamera frontale degli occhiali Raptor.

Viviamo ormai in un tempo in cui la fantascienza ha smesso di essere futuro ed è diventata presente e non sono poi così distanti e inimmaginabili gli sviluppi ulteriori di questo tipo di tecnologia.

Pensiamo per esempio a un potenziamento o collegamento di vari sensori, così da sapere non solo come stiamo noi, ma anche come se la sta cavando l’avversario in pista, se è stanco e lo si può aggredire più facilmente, se ha una cadenza cardiaca che suggerisce ancora tanta energia a disposizione o meno, e così via.

Gli impieghi sono davvero infiniti e quel che affascina ancora di più è il fatto che non dovremo aspettare poi così tanto, visto i balzi da gigante che vengono compiuti di anno in anno.

Tre le colorazioni disponibili e due i modelli di Everysight Raptor presenti sul mercato, differenti per potenza: la versione da 16 gigabyte costa 749 euro e quella da 32 gigabyte viene 809 euro.

Certo, si tratta di prezzi non proprio alla portata di tutte le tasche, ma da un lato le caratteristiche e performance di questo gioiellino sono eccezionali, dall’altro lato nel momento in cui vi stiamo scrivendo il sito ufficiale Everysight Raptor sta offrendo sconti importanti che portano a 579 euro il modello più economico.

Vi consigliamo di visitare il sito non solo per studiare meglio le caratteristiche di questi occhiali AR, ma anche per il fatto che è possibile sperimentare una corsa virtuale sulla strada impiegando il mouse, così da capire ancora meglio tutto il loro potenziale.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.