Share with your friends










Inviare

Anna Haupt e Terese Alstin, sono le due studentesse svedesi che hanno ideato Hovding: è una nuova concezione di casco per ciclisti, fondamentalmente un airbag che, al momento opportuno, avvolge la testa e protegge il ciclista in caso di caduta.

La filosofia e concept che stanno alla base di questo nuovo accessorio è quella di trovare un sostituto al casco tradizionale, quell’accessorio indispensabile al ciclista che ci salva la vita in circostante pericolose.

Il fatto è che il casco molti ciclisti non lo indossano: perché per alcuni è scomodo, per altri rovina i capelli, per altri ancora ingombrante, per altri anti-estetico e ci sono pure alcuni che lo ritengono da “sfigati”.

Una ciclista che pedala indossando l'Hovding
Due ciclisti che pedalano indossando l'Hovding

Naturalmente ognuno è libero di indossarlo o non indossarlo, io personalmente lo suggerisco vivamente e non esco senza, ho insegnato a mia figlia ad indossarlo fin dal primo metro in bici.

Il casco-airbag Hovding da vicino

Il “casco-airbag“, a prima vista, sembra geniale, viene mostrato attraverso immagini molto “fashion” e soprattutto per un utilizzo urbano e di svago.

In attesa di un eventuale test vi lasciamo a questo video che spiga meglio questo progetto sviluppato in 7 anni e che è disponibile al pubblico al prezzo di ben 400 euro.

Maggiori informazioni: hovding.com

A proposito dell'autore

Appassionato di mountainbike dalla nascita, scopre la fotografia molto giovane, dopo la laurea in architettura non abbandona il sogno di lavorare come fotografo e da quel momento inizia la sua vera carriera da professionista lavorando come fotografo specializzato nell'action photography e fornendo servizi ad aziende di ogni genere... Attualmente ha il ruolo di Direttore Responsabile di BiciLive.it