Cannondale (www.cannondale.com), noto marchio produttore di biciclette della Dorel Industries, ha recentemente rinnovato gli imballaggi per i suo prodotti, che sono diventati riciclabili al 100% e più robusti.

L’operazione, svolta nell’ambito dell’impegno del brand USA per la riduzione degli sprechi e la semplificazione del montaggio delle sue bici, rivoluziona un importante passaggio nella filiera del mercato del ciclo che ha sempre lasciato molto a desiderare in termini di sostenibilità ambientale.

Sì perché la nostra amata bicicletta, uno dei mezzi di trasporto più ecologici in circolazione, quando lascia la fabbrica di produzione per essere trasportata a un rivenditore, a un negozio o direttamente a casa nostra lo fa in scatole che sono un ricettacolo di nemici dell’ambiente.

Avete presente? Chili di plastica, polistirolo, fascette, graffette, polietilene espanso e molti altri elementi usa e getta superflui. Il tutto a discapito anche dell’assemblaggio delle stesse biciclette, un’attività spesso lunga e complicata persino per meccanici esperti.

Esiste un’altra strada?

Sì, esiste un’altra strada per il trasporto ecosostenibile delle biciclette e Cannondale ha deciso di percorrerla, con un obiettivo ben preciso: progettare un sistema di imballaggio migliore per l’ambiente, per la bici stessa (grazie una protezione più robusta) e per l’assemblatore (che potrà montarla in minor tempo).

Come ha dichiarato Eugene Fierkens, General Manager di Cannondale Europe, parlando della nuova direzione imboccata: “Si tratta di una soluzione migliore per il pianeta, un vantaggio per i rivenditori di biciclette e una vittoria per i nostri clienti.”

Una bicicletta da corsa Cannondale all'interno di un imballaggio 100% riciclabile

Imballaggi bici fatti di materiali riciclati al 100%

Nei sui stabilimenti europei a Oldenzaal (Olanda), Cannondale ha eliminato del tutto dai suoi imballaggi l’uso di: nastro in plastica, buste di plastica, polistirolo, PVC e fascette.

Le biciclette oggi sono distribuite esclusivamente con scatole dotate di certificazione FSC (Forest Stewardship Council): si tratta di un sistema di certificazione internazionale che si prefigge la corretta gestione forestale e la tracciabilità dei prodotti derivati.

Il contenuto dei nuovi imballaggi Cannondale certificati FSC

Come spiega la pagina Wikipedia sulla FSC, “Il logo di FSC garantisce che il prodotto è stato realizzato con materie prime derivanti da foreste correttamente gestite secondo i principi dei due principali standard: gestione forestale e catena di custodia.” In poche parole: le scatole sono realizzate in cartone e carta prodotti da fonti responsabili e rispettose dell’ambiente.

Ma c’è di più ovviamente. Sono marchiate da inchiostro naturale e di origine vegetale e tenute insieme da nastro di carta in fibra rinforzata e biodegradabile.

La scatola di imballaggio di una bici all'interno della Redazione di BiciLive.it

Sergio Viganò, Claudio Riotti e Pietro Franzese alle prese con una scatola d’imballaggio Cannondale in redazione.

I nuovi imballaggi Cannondale offrono una migliore protezione

Le possibilità che la bicicletta arrivi danneggiata in negozio o a casa si riducono con i nuovi imballaggi Cannondale, che promettono una migliore protezione al prodotto durante il suo trasporto.

La bicicletta o ebike di turno sarà mantenuta in posizione all’interno della scatola da inserti a cuneo multifunzionali. I telai saranno protetti da del nastro di riso mentre si utilizzeranno manicotti per le ruote e protezioni in cartone per i rotori dei freni a disco.

Nastri in riso a protezione del telaio di una bici Cannondale

Meccanici più contenti col montaggio rapido

Oggi prodotto consegnato al rivenditore è già assemblato al 95%: una volta disimballata la bicicletta i tempi per il suo montaggio sono ridotti almeno della metà. Freni e cambio sono già regolati e le guaine dei freni già montate. La bicicletta è dotata di parafanghi e portapacchi? Benissimo, la ruota anteriore sarà già montata, con ulteriore risparmio sui tempi di assemblaggio.

Addirittura nel video realizzato in redazione si può vedere come la bici elettrica nell’imballaggio avesse entrambe le ruote montate, con pneumatici e camera d’aria al loro posto.

Una ebike Cannondale appena estratta dai nuovi imballaggi FSC

Un piccolo passo per un grande cambiamento

L’iniziativa di Cannondale appare ottima su tutti i fronti: per l’ambiente, grazie alla minor produzione di rifiuti, e per il negoziante, grazie all’assemblaggio più veloce ed efficiente. L’iniziativa, appena cominciata, ha già riscosso molti consensi e il marchio ha deciso di applicare questi nuovi accorgimenti in tutti i suoi stabilimenti di produzione sparsi per il globo.

Cannondale è conscia che la sua scelta di passare a un imballaggio riciclabile al 100% è “solo” un piccolo passo verso la salvaguardia dell’ambiente a livello globale, ma si tratta comunque di una decisione significativa che potrebbe avere un grande impatto sulle azioni future degli altri marchi di biciclette mondiali.

Qui a BiciLive.it ci auguriamo sia proprio così.

Per ulteriori informazioni su questa o altre notizie riguardanti i prodotti Cannondale vi rimandiamo al sito internet ufficiale del marchio: al suo interno è possibile trovare anche i riferimenti sui suoi rivenditori in Italia, da oggi un po’ più amici dell’ambiente.

A proposito dell'autore

Ciclista urbano per passione e necessità, Alessio lavora da sempre su computer e internet, oggi principalmente come consulente e formatore di SEO e web marketing. Si è unito al team di bicilive.it per poter scrivere di alcuni dei suoi argomenti preferiti - le biciclette e la tecnologia - e conoscere tanti esperti ciclisti con cui condividere consigli e buone abitudini, magari pedalando insieme.