Share with your friends










Inviare

La casa editrice Graphot ha pubblicato il 3 giugno scorso L’Italia delle biciclette: musei, collezioni e itinerari turistici, un volume destinato ai veri appassionati di ciclismo e di cicloturismo.

Il saggio è firmato a quattro mani da Franco Bortuzzo e Beppe Conti, nomi noti a chi mastica biciclette. Bortuzzo è giornalista sportivo, in RAI dal 1999 e coordinatore giornalistico al Giro d’Italia e al Tour de France oltre che curatore della rubrica Radiocorsa da quattro anni. Conti è opinionista di Rai Sport per il grande ciclismo, corrispondente per Tuttosport da oltre trent’anni e autore di numerose pubblicazioni, una dei quali gli è valso il Premio Coni per la saggistica nel 2006.

Il loro libro è una celebrazione dell’Italia da scoprire e da vivere in sella a una bici: la sua storia, la sua tradizione, le sue strade, le sue famose salite, i suoi miti (Costantino Girardengo, Alfredo Binda, Fausto Coppi, Gino Bartali, Felice Gimondi, Fiorenzo Magni, Marco Pantani per citarne alcuni dei più noti) e i luoghi a loro dedicati.

I due autori ci guidano lungo il nostro Paese – lo stesso che nel 2018 è stato visitato da sei milioni di cicloturisti per oltre sette miliardi di euro di indotto – alla scoperta del suo patrimonio di “memoria del ciclismo”: i musei e le collezioni private dedicati ai Grandi del passato e a tutto ciò che è, ed è stata, la bicicletta.

Musei grandi e piccoli, pubblici e privati, gestiti da istituzioni o da semplici entusiasti volontari, realtà spesso poco conosciute e celebrate che dovrebbero essere promosse e proposte a tutti i ciclo ammiratori e non solo.

Anche noi di BiciLive.it abbiamo scritto un lungo articolo sui musei del ciclismo in Italia, ma la nostra proposta non è assolutamente paragonabile per quantità e qualità a quella – impressionante e certosina – di Bortuzzo e Conti: i due portano all’attenzione dei lettori ben 35 musei, approfondendone 20 e affiancando a ognuno di essi un “giro turistico” che si snoda tra panorami montani, zone vinicole, piste ciclabili, mete enogastronomiche, località storiche.

Di ogni museo e collezione è raccontata la storia e i contenuti, e per tutti sono presenti l’indirizzo, le informazioni di contatto, gli orari e i costi di ingresso. Di ogni percorso cicloturistico è fornita mappa dettagliata, lunghezza, dislivello e un elenco delle principali attrazioni lambite.

In chiusura del volume L’Italia delle biciclette anche un breve capitolo dedicato ai tanti bike café di Milano e a quelli sparsi per il nostro Stivale, oltre a una lunga lista di manifestazioni ciclostoriche e mostre scambio.

Un volume ricco e ghiotto, da regalare a sé o agli amici.

I principali musei del ciclismo

Questo l’elenco dei 20 musei del ciclismo approfonditi nel libro, nell’ordine di presentazione ai lettori:
Museo di Casa Coppi – Castellania (AL)
Museo dei Campionissimi – Novi Ligure (AL)
Museo AcdB – Alessandria (AL)
Museo Berruti – Cosseria (SV)
Museo Alfredo Binda – Cittiglio (VA)
Museo del Ghisallo – Magreglio (CO)
Museo Tino Sana – Almenno San Bartolomeo (BG)
Museo di Colnago – Cambiago (MI)
Collezioni Azzini – Soresina (CR)
Ciclocollection – Riva del Garda (TN)
Moser in museo – Trento (TN)
Museo Nicolis – Villafranca di Verona (VR)
Museo di Salcedo – Salcedo (VI)
Museo Toni bevilacqua – Casiomaggiore (BL)
Museo Alto Livenza – Portobuffolè (TV)
Museo Toni Pessot – Caneva (PN)
Museo Ercole Baldini – Villanova di Forlì (FC)
Spazio Pantani – Cesenatico (FC)
Ciclomuseo Bartali – Ponte a Ema (FI)
Museo Pasquale Morini – Indicatore di Arezzo (AR)

La copertina del libro L'Italia delle biciclette: musei, collezioni e itinerari turistici

L’Italia delle biciclette: musei, collezioni e itinerari turistici
di Franco Bortuzzo e Beppe Conti
Graphot Editrice
Prima edizione giugno 2019
Collana Ciclismo
Brossura, formato 15×21 cm
Pagine 168
Prezzo 16,50 euro
Codice ISBN: 978-8899781583

Altri link utili:
La scheda del libro sul sito Graphot
La scheda del libro su Amazon.it

A proposito dell'autore

Ciclista urbano per passione e necessità, Alessio lavora da sempre su computer e internet, oggi principalmente come consulente e formatore di web marketing. Si è unito al team di bicilive.it per poter scrivere di alcuni dei suoi argomenti preferiti - le biciclette e il verde - e conoscere tanti esperti ciclisti coi quali condividere consigli e buone abitudini, magari pedalando insieme.