Share with your friends










Inviare

Il tema della sicurezza in bicicletta sulle strade è davvero molto delicato. La bici non è solo un mezzo “vulnerabile”, ma è anche poco visibile, soprattutto di notte e senza le giuste precauzioni: un kit luci bici è indispensabile, un kit di luci laterale rende ancora più visibili.

Durante il giorno il ciclista deve costantemente schivare pericoli, come portiere che si aprono all’improvviso, cofani di auto che escono troppo allo stop ed evitare di essere schiacciati dagli autobus che, goffamente, cercano di sorpassarci per poi accostare venti metri dopo.

Il ciclista urbano di giorno è abbastanza visibile, anche se poco rispettato da molti utenti della strada.

Una foto dal Cyclopride di Milano

In bici di notte

Quando inizia a far buio però i pericoli aumentano. Non solo vanno tenuti ben aperti gli occhi per i pericoli sopra citati, ma dobbiamo anche prendere le giuste precauzioni per essere ben visibili dagli automobilisti. Non voglio far riferimento al codice della strada in questo articolo ma faccio riferimento al buon senso e all’istinto di sopravvivenza.

I fari e fanali delle auto sono molto potenti mentre le bici non hanno fari potenti o sistemi di illuminazione ben visibili. Questo per una mancanza di cultura generale della bici e di una sottovalutazione generalizzata del rischio di non essere visti di notte: diamo poca importanza a questo aspetto e difficilmente spendiamo più di 20 euro per un kit luci bici. Le luci in dotazione sono spesso insufficienti, il minimo indispensabile per essere a norma.

Sì, è obbligatorio indossare il giubbotto ad alta visibilità o le bretelle retroriflettenti, ma basta?

Le luci anteriori e posteriori bastano a renderci visibili?

Faccio solo un esempio: le bretelle o altri dispositivi catarifrangenti se non vengono illuminati dai fari non permettono di essere visti. Cioè, una macchina allo stop (se noi giungiamo sulla strada perpendicolare a quella dell’auto) ha i fari in tutt’altra direzione e non ci illuminerà! I fari posteriori spesso sono molto piccoli e se un’auto giunge molto velocemente (ad esempio da dietro una curva) non fa in tempo a vederci e rendersi conto della nostra presenza.

Bike 4 Light: una bella idea

Roberto Perzy non era un ciclista ma lo è diventato per necessità dopo un brutto incidente proprio in bici. Si è prima appassionato alle due ruote durante la riabilitazione poi, memore dell’incidente, ha iniziato ad installare sulla propria bici delle luci per farsi vedere meglio.

Ma non ha montato solo delle classiche luci frontali o posteriori, ha montato delle luci led sui raggi delle ruote. Non ha potuto fare a meno di notare di essere più notato (scusate il gioco di parole nda).

Questo lo ha spinto ad importare e a dar vita ad un’azienda: Bike4 Light, specializzata nell’illuminazione laterale della bici.

Bike 4 Light: ma a come funzionano? E a cosa servono?

Da poco sto utilizzando il modello Butterfly sulla mia bici e la prima cosa di cui mi sono reso conto è che attiro l’attenzione. Perché? Perché le luci che vengono applicate alle ruote “si muovono”.

Sono luci molto colorate che vengono percepite come luci che “rotolano” essendo applicate ai raggi. Inoltre non sono solo visibili lateralmente ma anche da dietro vengono ben percepite. A regola una bici transita sul lato destro della carreggiata e un automobilista siede sul sedile sinistro dell’auto, dunque dal punto di vista dell’automobilista la bici è percepita di ¾ e non da dietro. Le luci si notano davvero molto e attirano l’attenzione, proprio grazie al movimento circolare che fanno.

Luci per biciclette Bike 4 Light: non solo per essere visti

La gamma delle luci Bike 4 Light è davvero ampia, offre sia sistemi di illuminazione laterale da applicare ai raggi sia dei dispositivi posteriori con un sistema di illuminazione che proietta delle linee luminose sull’asfalto, che identificano lo spazio che occupiamo con la bici (la nostra larghezza massima).

Ma non solo: altri dispositivi, più grandi rispetto a quelli illustrati sopra, permettono di creare dei veri e propri disegni, scritte o loghi che si possono programmare dal proprio computer, diventando non solo un segnale luminso molto evidente, ma anche uno strumento per fare promozione, esempio con il logo del proprio brand oppure la scritta di un locale o uno slogan.

Gli effetti luminosi sono davvero molti e permettono di essere visti anche da molto lontano, qui di seguito alcuni effetti dei prodotti Bike4Light.

Trovate maggiori informazioni e prezzi sui kit luci bici laterali Bike4Light sul loro sito Bike4Light.it

A proposito dell'autore

Appassionato di mountainbike dalla nascita, scopre la fotografia molto giovane, dopo la laurea in architettura non abbandona il sogno di lavorare come fotografo e da quel momento inizia la sua vera carriera da professionista lavorando come fotografo specializzato nell'action photography e fornendo servizi ad aziende di ogni genere... Attualmente ha il ruolo di Direttore Responsabile di BiciLive.it