Share with your friends










Inviare

Roberto Perzy è il titolare di Bike4Light, azienda giovane (neppure un anno di vita), che ha cambiato totalmente la sua vita dopo un incidente in motorino.

Mi racconta che dopo l’incidente, sia per fare riabilitazione sia perché non aveva più la patente, si è ritrovato in sella ad una bicicletta.

Presto questa necessità si è trasformata in passione. La passione poi si trasforma in creatività, personalizzando la sua bici e rendendola inoltre più visibile utilizzando luci led, non solo per un fattore estetico, ma anche per essere visto, dunque per una questione di sicurezza.

Usa soprattutto luci led che si installano sui raggi delle ruote e rendono la bici molto visibile lateralmente. Nasce Bike4Light, un’azienda che offre un’ampia gamma di luci led per personalizzare e rendere più visibile la propria bici.

I led per le ruote sono molto particolari: quando la ruota è ferma sembrano 3 eliche di un elicottero, quando la ruota è in movimento e le luci sono accese la ruota si trasforma in una “giostra” colorata e molto visibile.

Dalla semplice immagine luminosa di forma circolare si può ottenere anche una grafica, delle scritte e dei loghi.

Infatti è possibile, tramite un pc ed un telecomando, impostare questo kit per le ruote personalizzandolo per esempio con il logo della propria attività o associazione sportiva. Questo è posibile grazie al fenomeno denominato “persistenza della visione“, si tratta di un’immagine residua che persiste per un venticinquesimo di secondo sulla nostra retina e che ci permette di vedere questi effetti.

Guradatevi anche il video per capire meglio:

Bike 4 Light offre molti altri tipi di led da applicare alla bici, come i led magnetici, inoltre una luce posteriore molto intelligente: si tratta di una luce led che proietta una luce laser a terra, che può essere la sagoma di una bici (tipo pista ciclabile) oppure, come in foto, due linee che delimitano lo spazio occupato dalla bici.

Pensandoci, sarebbe molto utile quando si pedala con figlio al seguito, al quale si potrà dire “stammi vicino e dentro alle linee rosse!”.

Maggiori info: bike4light.it

Testo e foto Matteo Cappè

A proposito dell'autore

Appassionato di mountainbike dalla nascita, scopre la fotografia molto giovane, dopo la laurea in architettura non abbandona il sogno di lavorare come fotografo e da quel momento inizia la sua vera carriera da professionista lavorando come fotografo specializzato nell'action photography e fornendo servizi ad aziende di ogni genere... Attualmente ha il ruolo di Direttore Responsabile di BiciLive.it