Share with your friends










Inviare

Andare in bicicletta fa belle le donne? Decisamente sì!

Ecco dieci motivi per decidere di cominciare quanto prima a pedalare…

1. Brucia i grassi

Pedalare tra i 19 e i 22 chilometri orari per 60 minuti permette di bruciare circa 488 calorie. È un’andatura adatta a tutte, vedrete che dopo poche settimane di allenamento vi risulterà spontaneo pedalare a questa velocità. Con pochi euro è possibile acquistare un contachilometri da mettere sul vostro manubrio oppure, utilizzando una delle tante applicazioni per il vostro smartphone, potrete registrare la vostra attività fisica in modo facile e divertente.

2. Un mezzo di trasporto alternativo

Ecologico, pratico, veloce. Percorrere in bicicletta 2 volte la settimana la strada che porta al lavoro, per almeno 20 minuti, permette di bruciare ancora di più: fino a 2000 calorie. Quindi perché non approfittare delle belle giornate? Risparmierete sicuramente tempo e denaro, guadagnandone in salute.

3. Niente gambe grosse, ma toniche e sexy

I ciclisti sono noti per avere gambe toniche e ben definite. Quadricipiti, glutei e polpacci spingono sui pedali per muovere la bicicletta, rinvigorendo sia la muscolatura sia la tonicità di gambe e pelle: ottimo rimedio contro la cellulite e per migliorare la circolazione. Utilizzando invece il manubrio per fare forza (guidando in maniera più vigorosa o effettuando alcune serie di semplici piegamenti) è possibile scolpire anche la parte alta: busto e braccia.

4. Una sferzata di energia

Ti senti stanca? Secondo studi medici è stato scoperto che la bicicletta migliora il livello di energia del 20% e diminuisce la fatica del 65%. Il ciclismo innesca nel cervello il rilascio di endorfine, una sostanza che dà senso di benessere e appagamento, controllo dell’appetito, regolazione del sonno, del ciclo mestruale e molti altri benefici.

signora bici

5. Salva le articolazioni

Pedalare fa meglio che correre o camminare, in quanto non stressa le articolazioni, dando molto meno carico a caviglie, ginocchia, bacino e colonna vertebrale. Per una pedalata ottimale è consigliato recarsi presso un negozio di biciclette o centro specializzato per un corretto posizionamento in sella.

6. Tutti i muscoli ne beneficiano

Trova una salita per la quale ci vogliano dai 3 ai 10 minuti per scalarla. Pedalala per due o tre volte spendendo metà del tempo in piedi sui pedali, in questo modo lavori su fiatobaricentro e tricipiti, è un esercizio molto completo a livello aerobico e di tonificazione e allo stesso tempo permette di migliorare la stabilità sulla bici.

7. Mantieni un cuore sano

Pressione alta e colesterolo sono le principali cause che fanno ammalare il cuore. È stato dimostrato che dopo un anno di attività fisica moderata la pressione sanguigna diminuisce, migliora la forma fisica e la respirazione.

8. Moda e bicicletta

Il mercato offre una vasta scelta di indumenti disegnati appositamente per le donne. Accessori, scarpe, biciclette studiate seguendo le forme femminili e fornendo taglie più piccole rispetto a quelle maschili. Capi che vi possono rendere belle anche in sella a una bicicletta.

amore bici love

9. Non solo “per sport”

Viaggiare in bicicletta è un’alternativa: il cicloturismo porta ovunque, anche nei posti più impensabili. Attraversare una città d’arte in sella a una bicicletta può farti scoprire angoli nascosti e ti permette di percorrere più chilometri in minor tempo.

10. Fa bene allo spirito

Pedalare fa sì bene alla salute, ma anche allo spirito. Libera la mente, fa respirare aria pura. Immaginate di trovarvi nel bel mezzo delle Alpi, in un sentiero che vi porti a pedalare tra prati verdi e panorami mozzafiato o sul lungomare al tramonto da sole, in coppia o con gli amici.

Sentirsi liberi è il risultato di un po’ di fatica e la soddisfazione di aver raggiunto la meta!

A proposito dell'autore

Chiamata dagli amici "acqua e paltan", proveniente da sport completamente differenti, ora dedica cuore e mente al mondo delle due ruote offroad. Poliedrica nel suo lavoro: un'ottima fotografa, sa mettersi a disposizione anche dall'altra parte dell'obiettivo! Attiva come "social specialist" non smette mai di pensare a dove la bici la porterà ad infangarsi la prossima volta!