Share with your friends










Inviare

Forte delle precedenti sei edizioni che hanno conosciuto un progressivo e inarrestabile aumento dei visitatori, Napoli Bike Festival 2018, che si terrà il 4-5-6 maggio, ha in cantiere parecchie sorprese e nuove iniziative.

Mostrando prontezza e comprensione dei cambiamenti che stanno attraversando il settore delle fiere e guardando al programma parziale a nostra disposizione, è possibile già ora inserire Napoli Bike Festival 2018 all’interno del gruppo degli eventi ciclo più importanti del 2018.

ciclisti vintage e famiglie in bici al napoli bike festival

Napoli Bike Festival è un evento dedicato a tutti gli appassionati delle 2 ruote, dai ciclisti amanti del vintage alle famiglie.

Napoli, cominciando ad allinearsi a un trend che, con diverse modalità, investe ormai tutte le principali città europee, ha investito energie e risorse per diventare spiccatamente più bike friendly, e i risultati cominciano a vedersi.

Fra un generale aumento delle zone ZTL e pedonali; diffusione del concetto e pratica del bike sharing; promozione della cultura dell’ebike, il mezzo principe dell’attuale rivoluzione a due ruote e un piano di sviluppo che porterà a 160 chilometri di percorsi ciclopedonali nel territorio, ci sono segni di grande fermento che Napoli Bike Festival 2018 intende cogliere, riflettere e amplificare.

La locandina del Napoli Bike Festival 2018

Per la prossima edizione, che si svolgerà all’aperto in varie location, il festival prevede un intenso moltiplicarsi degli eventi e iniziative, ben diversificate sia per tematiche che per pubblico di riferimento.

Spazio quindi alla consueta presenza di espositori e distributori, ma anche via libera a uno sguardo a 360° sul mondo della due ruote.

Musica, letteratura, sport, dibattiti e concorsi, performance spettacolari e momenti agonistici renderanno unica la proposta partenopea, con le tre giornate che avranno ciascuna un focus preciso: bicicletta e mobilità urbana, cicloturismo e l’aspetto sportivo-agonistico.

spettacoli di trial e circo al napoli bike festival

Durante il Napoli Bike Festival si svolgono numerosi eventi e spettacoli, come il trial e il circo in bicicletta.

Napoli Bike Festival 2018: il programma

Come detto, questa edizione del Napoli Bike Festival si snoda lungo tre giorni, ognuno ricco di interessanti e diversificate iniziative, il tutto all’insegna dello slogan Bicycle Revolution, a rappresentare come la bicicletta stia cambiando profondamente la nostra vita sotto molti aspetti.
Andiamo a dare uno sguardo più ravvicinato a quel che accadrà nelle singole giornate.

Napoli Bike Festival 2018: venerdì 4 maggio

“Si aprono le danze” in questo caso è frase che assume significato letterale oltre a quello metaforico. Il festival partenopeo comincerà infatti alle 21.00 con il progetto musicale Migrant di Sandro Joyeux, il tutto presso il nuovo bike bar della Bicycle House, nella Galleria Principe. Quanto proposto da Joyeux rappresenta la bici come uno dei più importanti strumenti d’emancipazione nel complesso processo di liberazione da molte schiavitù moderne che alle volte non avvertiamo nemmeno come tali.

A seguire, dalle 23.30 circa, si terrà una suggestiva pedalata sotto le stelle, arricchita da una performance e reading a cura di Borracce di Poesia.

convegno o dibattito al NBF

Come in tutti i festival, al NBF ampio spazio viene dedicato anche ai convegni e ai dibattiti sul mondo delle due ruote.

Napoli Bike Festival 2018: sabato 5 maggio

Gli appuntamenti si intensificano man mano che procediamo nella manifestazione, e sabato richiederà una levataccia per chiunque vorrà partecipare alla terza edizione del La Vulcanica: concentramento alle 6.30 con partenza (e arrivo) sempre nella Galleria Centrale.

E la galleria rimane centro nevralgico anche per questa seconda giornata dell’happening: presso la Bicycle House ferveranno infatti i preparativi per la pedalata collettiva #pedaloper, che comincerà alle 17.00 e, visto il cinquantenario del 1968 e il tema “rivoluzionario” comune a tutto il festival, richiederà ai suoi partecipanti un dress code tanto particolare quanto festoso. Occorrerà infatti vestirsi in stile hippie, a ricordare i figli dei fiori protagonisti di quella rivoluzione.

Si tratterà di una pedalata rilassata, aperta a tutti, che offrirà varie soste e momenti di pausa, con lo spettacolo di Yuri Romagnoli, street artist. Conclusione festosa intorno alle 20.00, sempre in Galleria Principe, con tanto di pasta party e live music.

bambino su pump track al napoli bike festival

Il Napoli Bike Festival è divertimento per tutte le età: per i bambini ci sono pump track, mini gare e corsi di educazione stradale.

Napoli Bike Festival 2018: domenica 6 maggio

Nella giornata conclusiva il protagonista assoluto diventa il village del Napoli Bike Festival, che aprirà le porte dalle 10.00 alle 19.00 nel Real Bosco di Capodimonte. Mentre l’ingresso è gratuito e aperto a tutti, per partecipare alle varie attività specifiche occorrerà prenotarsi i anticipo presso il sito ufficiale.

Sarà una vera e propria giornata di festa dedicata alla due ruote, fra cultura e natura, nella splendida cornice degli oltre centoventi ettari del parco che comprende anche il Museo di Capodimonte, che sarà anch’esso visitabile gratuitamente. Il centro nevralgico del village è ubicato nella zona delle praterie, facilmente e rapidamente raggiungibile sia da Porta Milano che da Porta Piccola. Diverse le aree e gli eventi che affolleranno la giornata.

Da menzionare l’area Bici in Mostra: troverete un vasto assortimento di rivenditori e produttori nazionali e internazionali che, come da consuetudine, metteranno a vostra disposizione vari modelli di due ruote per effettuare dei test gratuiti sulle biciclette del 2019. Ebike, cargo bike, bici pieghevoli, biciclette muscolari ma anche monopattini e tandem vi aspettano all’interno dell’area d’esposizione.

Le mountain bike troveranno il loro momento clou con la prima edizione della X-Cross di Capodimonte: una gara spettacolare che si snoderà lungo un percorso molto tecnico, con protagonisti atleti provenienti da ogni parte d’Italia, il tutto con la promozione dell‘ASD Carbonari Bikers.

Ma lo spettacolo si moltiplica lungo vari fronti durante la giornata di domenica: concerti e performance si avvicenderanno lungo le ore. Da segnalare i pagliacci su due ruote del collettivo Circ’Arena, i brividi e salti incredibili dello spettacolo Bike Trial, la Land Art, le mostre ospitate in Comicon, i ritratti di noti ciclisti eseguiti da Lu Castell o la street art di Hopnn, fino alle curiose e particolari macchine a pedali create dal laboratorio BiciRicicli.

Domenica 6 maggio sarà ben difficile, anche per i meglio intenzionati, riuscire a seguire e partecipare a tutte le iniziative: dibattiti, musica, presentazioni di libri, eventi sportivi, area food ricca di gastronomia locale e mostre d’arte saranno in grado di tenere impegnato anche il visitatore più esigente.

A tutto ciò si aggiungono anche molteplici attività per ragazzi e bambini nell’Area Kids: letture a pedali, caccia al tesoro in bicicletta e patente in bici assicurano una giornata molto interessante anche per i partecipanti in tenera età.

Stimolanti e imperdibili anche le pedalate organizzate per l’occasione: si potrà infatti esplorare il Giardino Torre, mitico luogo che ospita il luogo dove fu cotta per la prima volta la pizza margherita o, per rimanere in tema gastronomico, partecipare a una pedalata alla scoperta delle piante commestibili, con tanto di degustazione finale di frittate alle ortiche.
Gli amanti dell’off road troveranno comunque pane per i loro pedali lungo il sentiero di Santa Maria ai Monti.

Nel frattempo chi desiderasse approfondire alcune tematiche, per esempio quelle sugli itinerari di cicloturismo che offre la Campania, può leggere l’articolo dedicato ai “Percorsi dell’Anima in bici“.

Troverete gli aggiornamenti, il programma dettagliato completo di luoghi e orari e ogni altra informazione sul sito ufficiale Napoli Bike Festival 2018.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.